Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NIROBI - Un somalo riconosciuto colpevole di furto da un tribunale islamico degli Shabaab, gli integralisti legati ad al Qaida e che controllano parte della Somalia, è stato sottoposto all'amputazione della mano in base alla legge coranica della Sharia. Lo rende noto l'attendibile sito somalo Mareeg.
La sentenza è stata eseguita nella giornata di ieri nella città di Bakool nel sud-ovest della Somalia. Secondo quanto riporta oggi il sito, centinaia di persone hanno assistito all'esecuzione di Abdikarin Abdullahi nello stadio di calcio della cittadina. L'uomo, a cui è stata amputata la mano destra, è stato accusato di avere rubato dei telefoni cellulari e del denaro, il tutto per un valore di circa 550 dollari Usa. Nelle zone della Somalia controllate dagli Shabaab, la Sharia viene applicata alla lettera e le amputazioni sono all'ordine del giorno.

SDA-ATS