Navigation

Sotheby's vende otto Picasso, ritratto supera i 21,3 mln dollari

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 maggio 2011 - 10:37
(Keystone-ATS)

La casa Sotheby's ha venduto a New York otto opere del pittore spagnolo Pablo Picasso (1881-1973) per un valore complessivo di oltre 50 milioni di dollari (circa 33,8 milioni di euro), tra cui il capolavoro "Femmes lisant (Deux Personnages)", aggiudicato ad un anonimo collezionista privato per 21,3 milioni dollari (circa 14,5 milioni di euro), il pezzo più alto della vendita che ha aperto le tradizionali aste primaverili americane.

Per il quadro del 1934 - che ritrae l'amante e musa ispiratrice Marie-Therese Walter dipinta con il volto blu mentre legge con la sorella, dipinta invece di verde - era atteso un record ed invece è stato aggiudicato ad una cifra inferiore alla stima, che oscillava tra 25-35 milioni di dollari.

Nella stessa asta di Sotheby's sono stati assegnati altri sette dipinti di diversi periodi artistici di Picasso, alcuni dei quali hanno superato le stime, come il ritratto surrealista "Femme" (1930), venduto per 7,9 milioni dollari (5,3 miliardi di euro), valutato tra i 3 e i 5 milioni. Il dipinto è un'evocazione "terrificante" della prima moglie dell'artista, la ballerina Olga Khokhlova (1891-1954). Un altro ritratto eseguito da Picasso nel 1956, quello della figlia Paloma all'età di 7 anni, intitolato "Fillette aux Nattes et au chapeau vert", è stato aggiudicato per 5,9 milioni di dollari contro una stima di 3,5 milioni.

Nella sezione di scultura dell'asta di Sotheby's da segnalare la statua in bronzo "Femme debout" di Alberto Giacometti (1901-1966), eseguita tra il 1956 e il 1957, aggiudicata per 7,3 milioni di dollari, contro una stima di 2-3 milioni. Una scultura in legno di Paul Gauguin (1848-1903) ha segnato un nuovo record mondiale per l'artista francese: la piccola statua "Jeune Tahitienne" è stata venduta per 11,8 milioni di dollari.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.