Navigation

Spagna: Salgado punta a rafforzare casse risparmio

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 gennaio 2011 - 19:33
(Keystone-ATS)

La ministra dell'economia Elena Salgado ha annunciato questo pomeriggio il varo di un piano per rafforzare il sistema finanziario spagnolo e in particolare le casse di risparmio, grazie fra l'altro all'adozione anticipata delle norme di Basilea 3 e quando necessario di una presa di partecipazione da parte del Frob, il Fondo pubblico per la ristrutturazione del sistema bancario.

"Tutti gli istituti saranno in grado di superare i nuovi stress test europei", ha garantito la Salgado. Il passaggio anticipato alle norme di Basilea 3 comporta la fissazione di un livello minimo di capitale all'8%. La Banca di Spagna dovrà definire le necessità di capitale addizionale per gli istituti che lo richiederanno, ha aggiunto, ed entro l'autunno dovranno essere coperte, preferibilmente grazie al ricorso al mercato privato.

Entro settembre la Banca centrale preciserà quali casse non saranno in grado di procedere alla ricapitalizzazione. Per queste scatterà l'intervento del Frob, attraverso l'acquisto di azioni. L'intervento del Fondo non potrà avere una durata superiore a 5 anni.

La Salgado ha detto di poter garantire, sulla base delle stime del governo e della Banca di Spagna, che "la quantità totale necessaria non sarà superiore ai 20 miliardi di euro", fra apporto privato e intervento del Frob.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.