Navigation

Strage Marrakesh: altri due arresti in Marocco

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 giugno 2011 - 18:48
(Keystone-ATS)

Due persone, delle quali non è stata resa nota l'identità, sono state arrestate dalle forze di sicurezza marocchine con l'accusa di avere preso parte al gruppo terroristico che ha compiuto, il 28 aprile scorso, l'attentato ad un locale pubblico di Marrakesh costato la vita anche a tre giovani ticinesi.

Ne ha dato notizia questa sera l'agenzia stampa Map. I due, arrestati dalla Brigata nazionale della Polizia giudiziaria, sono stati già portati davanti al procuratore del Re presso la corte d'appello di Rabat.

Sono accusati di "costituzione di banda criminale per preparare e commettere atti terroristici mirati a attentare gravemente alla sicurezza della Stato; appartenenza a un gruppo religioso illegale; organizzazione di riunioni pubbliche senza autorizzazione; mancata denuncia di crimini terroristici". L'attentato al caffè Argana, uno dei locali più noti di Marrakesh, frequentato soprattutto da turisti, provocò la morte di 17 persone e il ferimento di altre 21.

Nell'ambito delle indagini, sono state già arrestate sette persone, tutte accusate di avere partecipato, a vario titolo, all'organizzazione e all'esecuzione dell'attentato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?