Navigation

Strega: cinquina a sorpresa, guidata da Edoardo Nesi

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 giugno 2011 - 08:26
(Keystone-ATS)

Cinquina a sorpresa con tre autori a pari merito, per il Premio Strega 2011, ieri sera alla prima votazione alla Fondazione Bellonci a Roma. Con 70 voti è primo Edoardo Nesi con il suo romanzo "Storia della mia gente" (Bompiani).

Con un distacco di 11 voti lo seguono il tris di autori Bruno Arpaia con "L'Energia del vuoto" (Guanda), Mario Desiati con "Ternitti" (Mondadori) e Mariapia Veladiano con "La Vita accanto" (Einaudi), che hanno avuto 49 voti a pari merito. All'ultimo posto Luciana Castellina con "La Scoperta del mondo" (Nottetempo), 45 voti, che era stata data alla vigilia per super favorita.

Primo degli esclusi Fabio Geda con 37 voti per il suo "Nel mare ci sono i coccodrilli" (Baldini Castoldi Dalai) e subito dopo l'esordiente Viola Di Grado con "Settanta acrilico trenta lana" (e/o), che ha avuto 20 voti. Su 400, 30 votanti hanno espresso il loro voto in 393. Una scheda nulla.

Si preannuncia così giovedì 7 luglio al Ninfeo di Villa Giulia, a Roma, una finale che potrà riservare molti colpi di scena, come non accadeva ormai da un po' di anni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?