Navigation

Sud Sudan: Khartoum riconosce nuovo paese, che nasce domani

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 luglio 2011 - 16:55
(Keystone-ATS)

Il Sudan ha riconosciuto oggi ufficialmente la nuova Repubblica del Sud Sudan, che nascerà domani. "La Repubblica del Sudan annuncia che riconoscerà la Repubblica del Sud Sudan come stato indipendente, secondo le frontiere del primo gennaio 1956", ha dichiarato da Khartoum alla tv il ministro sudanese per gli affari presidenziali, Bakri Hassan Saleh.

L'indipendenza del Sud Sudan, con capitale Giuba, che scatta a partire dalla mezzanotte, arriva oltre sei anni dopo la firma della pace del 2005 - sotto l'egida degli Stati Uniti, Gran Bretagna e Norvegia - fra Khartoum e i ribelli sud sudanesi dell'Spla (Esercito popolare di liberazione del Sudan), oggi divenuti l'esercito regolare sudista.

Pace che ha posto fine a decenni di sanguinosa guerra civile. La pace contemplava la tenuta dopo sei anni del referendum nel Sud Sudan sull'autodeterminazione, sul distacco dal Sudan, che si è tenuto lo scorso gennaio e nel quale il 99% dei votanti si è detto per il sì all'indipendenza. Un esito che Khartoum ha promesso di rispettare. Restano aperti diversi contenziosi, sulle frontiere e su diversi campi petroliferi e sullo statuto della regione contesa dell'Abiey.

Per la cerimonia dell'indipendenza sarà presente a Giuba una delegazione Usa, che comprende l'ambasciatrice di Washingron all'Onu, Susan Rice, e l'ex segretario di Stato Colin Powell, che fu tra i protagonisti del trattato di pace.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?