Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW YORK - La Svizzera, con la Spagna, è stata eletta oggi a New York nel Consiglio dei diritti dell'Uomo con sede a Ginevra, come rappresentante dell'Europa occidentale. Nonostante le proteste di varie Ong, come UN Watch e Freedom House, anche la Libia è stata scelta per far parte dei 47 Stati membri del Consiglio, organo rinnovabile per un terzo ogni triennio.
La Svizzera, assieme a altri 13 Stati, era in lizza per uno dei 14 posti liberatisi nel Consiglio. Varie organizzazioni per la difesa dei diritti umani hanno criticato questa assenza di competizione.
Per l'Africa, oltre alla Libia sono stati eletti l'Angola, la Mauritania e l'Uganda. Per l'Asia, sono entrati nel Consiglio la Malaisia, le Maldive, il Qatar e la Thailandia. Per l'America Latina, sono stati prescelti l'Equador, il Guatemala, mentre per l'Europa dell'Est la Moldavia e la Polonia.

SDA-ATS