Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nonostante spese eccezionali per 30 milioni di franchi dovute alla nube del vulcano islandese, al franco forte e all'aumento dei prezzi dei carburanti, Swiss ha realizzato nel 2010 un utile operativo di 368 milioni di franchi, contro i 146 milioni nel 2009. Il numero dei passeggeri ha raggiunto un livello record.

Solo nell'ultimo trimestre, il risultato operativo è salito a 135 milioni di franchi, contro i 33 milioni degli ultimi 3 mesi del 2009. Nel 2010, il giro d'affari è migliorato del 9% 4,77 miliardi di franchi, precisa oggi la filiale di Lufthansa.

"Il 2010 è stato un buon anno per Swiss. Dopo un avvio difficile e un calo delle attività dovuto all'eruzione del vulcano islandese, nel secondo semestre abbiamo registrato delle performance eccezionali", rileva oggi il CEO della compagnia aerea, Harry Hohmeister, citato in una nota.

Il numero dei passeggeri ha raggiunto livelli record. Nel 2010, Swiss è riuscita a trasportare 14,168 milioni di persone, in aumento del 2,8% rispetto all'esercizio precedente. Il tasso di occupazione dei velivoli è stato dell'82,3%, contro l'80,1% nel 2009. Si tratta di un livello record dalla creazione del gruppo nel 2002 e persino di tutta la storia dell'aviazione elvetica, secondo Swiss. L'aviolinea ha leggermente aumentato (+3,4%) le sue capacità in Europa e sulla rete intercontinentale (+4,9%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS