Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Swisscable si è rivolta alla Commissione della concorrenza (Comco) contro l'accordo di collaborazione tra Swisscom e la città di San Gallo relativo alla costruzione di una rete a fibra ottica. Secondo l'associazione dei gestori di reti via cavo, l'organo di sorveglianza dovrà esaminare se l'operatore telecom abbia abusato della sua posizione e se abbia concluso accordi illeciti, si legge in una nota odierna.
L'intesa procura a Swisscom vantaggi competitivi a scapito della concorrenza, rileva Swisscable. L'ex regia federale ha convinto i servizi industriali comunali a posare cavi a quattro fibre ottiche e non, come previsto in un primo tempo, a una fibra, soluzione quest'ultima meno costosa, osserva l'organizzazione nel comunicato, rilevando che uno o due collegamenti saranno riservati all'uso esclusivo di Swisscom.
L'operatore telecom ha rinunciato alla costruzione di una propria rete e partecipa ai costi di investimento dell'azienda comunale. In tal modo Swisscom si assicura un accesso alla rete con minori rischi, sostiene l'associazione. Swisscom sicuramente rivenderà le sue capacità di trasmissione e sarà in diretta competizione con i servizi industriali comunali. I rischi non aumenteranno solo per la città, bensì anche per la concorrenza, stando a Swisscable.

SDA-ATS