Il governo nipponico ha fatto sapere che al momento non c'è il rischio di fuoriuscite di materiale radioattivo nella centrale nucleare di Fukushima n.1, nel nord-est del Paese, dove vige lo stato di allarme in seguito al terremoto di oggi.

Il segretario dell'Esecutivo, Yukio Edano, ha spiegato che l'invito ad allontanarsi dall'area, esteso a un raggio di circa tre chilometri dalla centrale, è stato rivolto ai residenti come misura precauzionale, non trattandosi di un ordine di evacuazione.

Lo stato di allerta al sito è stato dichiarato a causa dei problemi rilevati nella procedura di spegnimento: in seguito alla scossa, i reattori si sono fermati automaticamente, ma le attività di raffreddamento sono state interrotte a causa della mancanza di corrente elettrica.

Edano ha dichiarato che la popolazione dell'area ha "tutto il tempo per spostarsi con tranquillità in zone sicure", e che i generatori di corrente supplementare stanno per raggiungere la centrale nucleare per proseguire le attività di raffreddamento.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.