Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW YORK - Nove anni dopo l'11 settembre, l'incubo del terrorismo è tornato realtà a New York. Una bomba incendiaria artigianale è stata trovata e disinnescata dentro un'auto parcheggiata vicino a Times Square, nel cuore di Manhattan. Se fosse esplosa, avrebbe provocato una palla di fuoco e probabilmente una strage, dato il luogo trafficato. Times Square ieri sera è stata evacuata, i teatri della zona chiusi. Nessuna rivendicazione è arrivata al momento.
L'allarme è stato dato alle 18:30 ora locale (mezzanotte e mezza in Svizzera) da un venditore ambulante di magliette, che ha visto del fumo uscire da un suv Nissan Pathfinder parcheggiato sulla 45/a strada, col motore acceso e i lampeggianti in funzione, senza nessuno a bordo. Un poliziotto ha sentito odore di polvere da sparo, mentre un pompiere ha udito dei piccoli scoppi all'interno.
La piazza è stata evacuata, i teatri chiusi e sul posto è arrivata una squadra anti-terrorismo con gli artificieri. Nel bagagliaio del suv un robot telecomandato ha trovato l'ordigno, che è stato subito disinnescato: una bomba incendiaria artigianale fatta con tre bombole di gas propano, due taniche di benzina da 5 galloni (19 litri) ciascuna, fili elettrici, fuochi d'artificio a combustione graduale (causa apparente dei piccoli scoppi) e due orologi a batteria.
"Sembrava che stesse per esplodere, ma che qualcosa non abbia funzionato", ha detto il vicecapo della polizia di New York, Paul J. Browne. "L'intenzione era di provocare una quantità importante di fiamme", ha aggiunto il capo della polizia, Raymond Kelly.
"Abbiamo avuto molta fortuna - ha commentato il sindaco Bloomberg - è stato evitato quello che avrebbe potuto essere un evento molto cruento". Senza giri di parole, il governatore dello stato David Paterson ha parlato di "atto di terrorismo". Il presidente Obama è stato informato subito dell'accaduto e ha fatto i suoi complimenti alle forze di sicurezza per l'"eccellente lavoro".
Al momento non ci sono state rivendicazioni del fallito attentato. Una fonte anonima della polizia ha detto che un uomo è stato visto fuggire dall'auto, ma la notizia è stata smentita. Gli investigatori stanno esaminando i filmati delle numerose telecamere presenti in zona. Il suv è stato rimosso per essere sottoposto agli esami di rito, in primo luogo la ricerca del dna degli attentatori. L'auto aveva una targa del Connecticut che non corrispondeva al veicolo.

SDA-ATS