Navigation

Terrorismo: Nyt,somalo interrogato per mesi su nave Usa

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 luglio 2011 - 07:32
(Keystone-ATS)

Un cittadino somalo accusato di essere legato a due gruppi islamici militanti è stato catturato dalle forze armate americane nell'aprile scorso ed è stato interrogato per mesi a bordo di un nave, senza che gli siano stati comunicati tutti i suoi diritti, tra cui quello di avvalersi della facoltà di non rispondere o di poter chiamare un avvocato.

Lo scrive in esclusiva il New York Times online, secondo cui l'amministrazione del presidente Usa Barack Obama ha oggi annunciato di avere consegnato l'uomo alla giustizia civile, a New York.

L'uomo, Ahmed Abdulkadir Warsame, è stato incriminato per aver fornito appoggio al gruppo somalo Al Shabaab e ad Al Qaida nella Penisola araba (Aqpa), basato nello Yemen. Warsame è stato catturato il 19 aprile, e l'aereo che lo ha trasferito negli Usa è atterrato a New York nella notte tra lunedì e martedì, intorno alla mezzanotte locale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.