Navigation

TF: partner omosessuale deve lasciare la Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 ottobre 2010 - 14:48
(Keystone-ATS)

LOSANNA - A causa dei suoi antecedenti giudiziari, un kosovaro dovrà lasciare la Svizzera nonostante l'unione registrata poco più di un anno fa con il suo partner elvetico. Il Tribunale federale conferma il rifiuto delle autorità vodesi di rilasciargli un permesso di soggiorno.
Nel 2008, il kosovaro era stato condannato a trenta mesi di carcere, di cui quindici sospesi, per traffico di eroina e di cocaina. Poco dopo essere stato scarcerato aveva stretto amicizia con uno svizzero più anziano, al quale si è unito nel settembre del 2009. Da allora vive con il partner e la madre di quest'ultimo, di 95 anni.
Secondo le autorità vodesi, l'interesse privato del kosovaro a vivere in Svizzera non prevale sull'interesse pubblico ad allontanare uno straniero resosi colpevole di gravi infrazioni alla legge federale sugli stupefacenti. Una visione condivisa anche dal Tribunale federale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?