Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

YALA (THAILANDIA) - Almeno due persone sono morte ed altre 27 sono rimaste ferite in un duplice attentato esplosivo portato nel sud della Thailandia, in una zona preda di una ribellione separatista musulmana. Lo rende noto la polizia.
I due attentati, a dieci minuti di distanza l'uno dall'altro, hanno colpito la città di Yala, principale centro della provincia omonima.
La prima bomba è esplosa alle 10:15 ora locale (le 4:15 in Svizzera) davanti ad una concessionaria di auto, ferendo otto persone. La seconda è esplosa a poca distanza, ferendo e uccidendo i poliziotti ed il personale di soccorso accorsi in aiuto delle vittime della prima esplosione.
La polizia ha accusato degli attentati i separatisti islamici attivi nella regione, di etnia in prevalenza malese e di religione musulmana, contrariamente al resto della Thailandia, essenzialmente buddista. Dal 2004 l'insurrezione nella regione, al confine con la Malaysia, ha causato oltre 4.100 morti.

SDA-ATS