Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BANGKOK - L'ex maggiore dell'esercito Khattiya Sawasdipol, uno dei leader più radicali delle "camicie rosse" thailandesi, è stato ferito gravemente alla testa da un colpo di arma da fuoco nell'accampamento dei manifestanti antigovernativi a Bangkok. Lo riferisce la TV Thai PBS.
In precedenza testimoni avevano riferito di una forte esplosione e raffiche di armi automatiche udite vicino al quartiere degli affari di Bangkok.
Khattiya, conosciuto col soprannome di "Seh Daeng" (comandante rosso), è stato portato d'urgenza in ospedale dopo una raffica di proiettili udita alle 19.25 (le 14.25 in Svizzera) presso la Sala Daeng Intersection, dove le camicie rosse hanno eretto la loro barricata più estesa.
L'esercito oggi ha deciso di isolare l'accampamento che i manifestanti antigovernativi presidiano dal 3 aprile nel centro della capitale thailandese.

SDA-ATS