Navigation

titolare bar, bambine erano a Cerignola

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 febbraio 2011 - 13:25
(Keystone-ATS)

"Sono assolutamente sicura: il papà e le bambine sono venuti nel mio bar, lui aveva un giubbotto beige, le bambine avevano una un giubbotto blu e l'altra mi sembra di colore viola". La titolare del Bar caffetteria "Fiore" in corso Scuola Agraria, alla periferia di Cerignola, nel Foggiano, è convinta di aver visto le due gemelle di sei anni, Alessia e Livia, di cui non si hanno notizie da quando il padre, che le aveva con sé, si è gettato il 3 febbraio sotto a un treno nella stazione di Cerignola.

La signora ribadisce di non ricordare la data ma di essere convinta di aver visto l'uomo insieme con le bambine. I filmati ripresi dalle tre telecamere di sorveglianza posizionate due all'esterno del bar e una all'interno del locale sono stati acquisiti dalla polizia che li sta nuovamente visionando dopo che, da un primo esame, non era stata accertata la presenza delle bambine nel bar.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.