Navigation

Tonga: dopo prime elezioni democratiche eletto premier nobile

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 dicembre 2010 - 09:43
(Keystone-ATS)

SYDNEY - Un mese dopo le prime elezioni semi-democratiche nella piccola nazione-arcipelago di Tonga (121 mila abitanti), nel Pacifico, unica monarchia nella Polinesia, è stato nuovamente eletto premier un nobile.
Il partito democratico aveva vinto 12 dei 17 seggi elettivi, ma altri 9 seggi restano riservati alla nobiltà terriera, e il loro candidato Lord Sialè Ataonga Tùivakano, è stato eletto premier con il sostegno dei cinque indipendenti.
Quattro anni fa il malcontento per la lentezza delle riforme politiche era scoppiato in violente proteste nella capitale Nukùalofa, quando centinaia di giovani scesero in strada, otto persone rimasero uccise e molti edifici furono dati alle fiamme. Le ultime elezioni hanno segnato un passo avanti nella transizione verso la democrazia.
Per la prima volta la maggioranza dei parlamentari è stata eletta dal popolo invece di essere nominata dal re, George Tupou V, i cui antenati unificarono l'arcipelago di 170 isole nel 1845. Il vecchio sistema prevedeva che meno di un terzo, appena nove deputati, fossero eletti del popolo nella Camera di 26 seggi. Nel nuovo parlamento il loro numero è salito a 17.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.