Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA/BELLINZONA - La sede definitiva del Tribunale penale federale (TPF) a Bellinzona deve essere costruita senza indugio: è quanto chiede il governo ticinese al Consiglio federale, che ha inserito tale progetto fra le possibili misure di risparmio del programma di consolidamento.
Negli ultimi anni il canton Ticino ha profuso "notevoli sforzi" ed effettuato investimenti "non indifferenti" per realizzare la nuova sede, scrive il Consiglio di Stato in una lettera inviata ieri ai consiglieri federali Eveline Widmer-Schlumpf e Hans-Rudolf Merz.
Per questo motivo il governo ticinese auspica che il prospettato differimento della costruzione venga stralciato dal programma di consolidamento, sui cui è in corso una procedura di consultazione fino al 28 maggio. In caso contrario, il cantone si riserverà la possibilità di chiedere un rimborso per determinati costi che si è sobbarcato, si legge in un comunicato odierno della Cancelleria dello Stato.
Dal 2004 il TPF svolge le sue attività in uffici della polizia presi in affitto e in un'aula messa a disposizione provvisoriamente dal cantone. La sede definitiva sarà ubicata nel centro cittadino di Bellinzona, in Viale Stefano Franscini 5, e - stando a quanto previsto inizialmente - dovrebbe essere ultimata nel 2012.

SDA-ATS