Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BELGRADO - Ratko Mladic, l'ex capo militare dei serbo-bosniaci ricercato per genocidio e crimini contro l'umanità dal Tribunale penale dell'Aja (Tpi), sarebbe vivo e farebbe il professore in una delle repubbliche della ex Unione Sovietica. Lo scrive oggi il tabloid belgradese "Kurir".
"Ratko Mladic è vivo, sta bene e lavora come docente in una Accademia militare di una delle ex repubbliche sovietiche", ha detto al "Kurir" Ratko Vucetic, definito dal giornale "uno dei protettori" dell'ex generale serbo-bosniaco. "Da cinque anni - aggiunge Vucetic - Mladic insegna armamenti nucleari. Nel paese lo sanno tutti, ma nessuno può fare nulla, poiché l'ex generale è protetto dai servizi segreti francesi".
Il "Kurir", che pubblica in evidenza la notizia con ripresa in prima, pubblica un fotomontaggio in cui si vede Mladic con la mimetica militare e il copricapo di professore universitario.

SDA-ATS