Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

SAN GALLO - Thomas Müller, il consigliere nazionale sangallese transfuga del PPD, che ieri ha annunciato il suo passaggio all'UDC, ha un debito di circa 15'000 franchi nei confronti dei democristiani. Si tratta essenzialmente dei contributi che il deputato non ha versato nelle casse del gruppo alle Camere federali negli ultimi tre anni.
Ieri Christophe Darbellay, presidente del Partito popolare democratico (PPD) nazionale, aveva parlato di un debito, ma ne ha precisato l'ammontare solo oggi all'ATS. A suo dire nelle casse del gruppo mancano 12'000 franchi, "che pretendiamo". Circa altri 3000 franchi, a titolo di "imposte sul mandato", spettano anche alla sezione sangallese, ha detto all'ATS il presidente Jörg Frei.
Che intende fare Müller? Le risposte dell'interessato divergono. In un'intervista pubblicata oggi sul quaderno dedicato alla regione di Rorschach (di cui Müller è sindaco) del "St. Galler Tagblatt" il consigliere nazionale respinge al mittente le richieste di Darbellay: "sarebbe pretendere un po' troppo da me, che debba finanziare questa politica di sinistra". Invece, interpellato dall'ATS, il transfuga afferma che "se il PPD insiste pagherò i contributi".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS