Navigation

Tripoli; notte di scontri a fuoco dicono testimoni

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 febbraio 2011 - 08:55
(Keystone-ATS)

Un residente a Tripoli, contattato dall'ANSA, ha segnalato che come già nella precedente anche la notte scorsa si sono uditi colpi di armi da fuoco.

L'uomo, citando anche altri testimoni, ha precisato che le sparatorie sono avvenute non solo fra polizia e manifestanti, ma anche fra sostenitori e avversari del leader libico Muammar Gheddafi, nelle zone di Janzur, Tajura, Gurgi, Gargaresh. A Tripoli le scuole oggi sono chiuse e la città viene descritta "sottotono": alcune rotonde nei pressi della caserma di Bab El Azziziya sono presidiate da militari armati.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo