Navigation

Tunisia: evasione di massa dal carcere di Sfax

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 maggio 2011 - 16:50
(Keystone-ATS)

Almeno 58 detenuti del carcere di Sfax, seconda città della Tunisia, sono evasi oggi dopo aver appiccato il fuoco alla prigione.

Lo rivela l'agenzia Tap, sottolineando che l'evasione è l'ultima di una lunga serie di fughe avvenute dall'inizio della rivolta nel Paese nordafricano. Secondo la fonte, i fuggitivi sono stati aiutati da alcuni complici armati di spranghe di ferro e coltelli.

Le forze di sicurezza tunisine ritengono che le evasioni siano opera di fedeli del deposto presidente Zine al-Abidine Ben Ali.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.