Navigation

Usa: Fed sotto attacco, manifesto repubblicano su Bernanke

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 novembre 2010 - 16:09
(Keystone-ATS)

NEW YORK - Ben Benrnake, il presidente della Federal Reserve, deve abbandonare il piano di acquisti per ulteriori 600 miliardi di dollari di titoli di Stato. A chiederlo è un gruppo di repubblicani, lanciando una campagna contro la decisione della banca centrale.
In una lettera aperta, che sarà pubblicata nel corso della settimana sul "Wall Street Journal" e sul "New York Times", i repubblicani affermano: "il previsto acquisto di asset pone dei rischi per la valuta americana e sul fronte dell'inflazione. Non riteniamo che serva a raggiungere l'obiettivo della Fed, ovvero promuovere l'occupazione".
"Battere moneta non è un sostituto per politiche fiscali pro-crescita. I firmatari della lettera rappresentano un crescente coro di voci che ritengono che la crescita deve essere stimolata attraverso meno tasse e riforme regolamentari e non - spiega al "Wall Street Journal" il repubblicano Mike Pence - mascherando i problemi fondamentali creando artificialmente inflazione".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.