Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ore sul divano azionando il telecomando della tv stanno influenzando pesantemente la fertilità maschile: in particolare la qualità dello sperma. Un nuovo studio di Harvard rivela infatti che la concentrazione di spermatozoi per millimetro di liquido seminale è quasi la metà - ossia il 44% in meno - negli uomini che guardano la televisione una media di 20 ore a settimana, senza compensare tanta sedentarietà con un po' di esercizio fisico.

Analizzando i dati relativi a 189 studenti di college - ossia giovani uomini al top della loro fertilità - i ricercatori guidati dal professore di epidemiologia Jorge Chavarro hanno osservato appunto un conteggio di spermatozoi più basso del 44% tra chi guardava almeno 20 ore di tv alla settimana. Mentre la fecondità massima è stata rilevata nei giovani che facevano qualche forma di esercizio fisico per circa 14 ore a settimana.

Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, la soglia della fecondità maschile si colloca intorno ai 15 milioni di spermatozoi per millimetro. Al di sotto di tale percentuale, un uomo non è considerato fertile. L'indagine è pubblicata sul Biritish Journal of Sport Medicine.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS