Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW YORK - E' un veterano delle guerre in Iraq e Afghanistan l'uomo che ieri ha provocato un atterraggio di emergenza nel Maine di un volo Parigi-Atlanta affermando di avere esplosivo nascosto nello zaino, nelle scarpe e nel computer portatile.
Il veterano Derek Michael Stansberry, 27 anni, è stato incriminato in tribunale per una serie di reati, e rischia fino a venti anni di carcere, dopo il suo bizzarro comportamento sul volo Delta 237.
Sempre oggi un secondo aereo è stato costretto ad un atterraggio fuori programma nella Carolina del Nord dopo che sullo specchio di una toilette era stata scritta la parola 'bomb'. L'aereo era in rotta dal Texas a Washington con a bordo 45 passeggeri e 3 membri d'equipaggio. Dopo l'atterraggio a Greensboro (Carolina del Nord) la polizia ha interrogato tutte le persone a bordo per cercare di identificare il responsabile della minaccia.
Il comportamento bizzarro di Stansberry era cominciato ieri a metà volo quando il passeggero aveva detto prima ad una hostess e poi ad alcuni 'sceriffi dell'arià che si trovavano a bordo di avere esplosivo nascosto nello zaino, nelle scarpe e nel suo computer.
L'ex-militare era subito immobilizzato. Lo zaino e le sue scarpe erano stati trasferiti in un angolo isolato dell'aereo e avvolti da coperte e cuscini per attenuare l'effetto di una eventuale esplosione.
Il pilota decideva per un atterraggio fuori programma a Bangor (Maine) mentre scattava il meccanismo di emergenza. Il passeggero, che è cittadino americano, sosteneva anche di viaggiare con un passaporto falso (ma l'affermazione era falsa). Stansberry veniva arrestato dagli agenti dell'Fbi all'arrivo dell'aereo nel Maine.

SDA-ATS