Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

WASHINGTON - Le banche statunitensi hanno registrato 18 miliardi di dollari di utili netti nel primo trimestre del 2010, triplicati rispetto a un anno prima, ma è aumentato il numero degli istituti in difficoltà. Lo ha comunicato la Federal Deposit Insurance Corporation (Fdic).
Gli utili del primo trimestre dell'industria bancaria Usa sono stati i più alti negli ultimi due anni, ma il numero di banche in difficoltà è cresciuto da 702 a 775. Nello stesso periodo del 2009 le banche statunitensi avevano guadagnato 5,6 mld di dollari.
Secondo le statistiche storiche, circa il 13% delle banche incluse nella lista della Fdic delle banche in difficoltà ha poi finito per dichiarare bancarotta. Nel 2009 140 banche sono finite sotto la tutela della Fdic e sono fallite, un numero molto superiore alle 26 banche del 2008.
Il maggior miglioramento nel primo trimestre si è registrato tra le banche più grandi, ma la maggioranza degli istituti ha registrato comunque una crescita dell'utile netto. Il fondo di assicurazione dei depositi della Fdic, che era andato in rosso lo scorso autunno, ha registrato il suo primo miglioramento in due anni: il suo deficit è calato di 145 mln di dollari a 20,7 mld di dollari.

SDA-ATS