Navigation

USC: presidente Hansjörg Walter si ritira nel novembre 2012

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 maggio 2011 - 16:26
(Keystone-ATS)

Il presidente dell'Unione svizzera dei contadini (USC) Hansjörg Walter lascerà nel novembre del 2012 la carica che occupa dal 2000. Lo ha annunciato oggi l'organizzazione.

Nella prossima sessione invernale, il consigliere nazionale turgoviese dell'UDC sarà verosimilmente eletto presidente della Camera del popolo. Per evitare conflitti d'interesse l'USC ha deciso di sgravarlo dalle sue funzioni, si legge in una nota odierna.

Come vuole la tradizione, le elezioni dei membri degli organi dell'USC si svolgeranno un anno dopo le elezioni federali. Fino alla partenza di Walter i suoi compiti saranno rilevati dai vicepresidenti Josef Dissler e Fritz Glauser. Degli interessi politici si occuperà invece il direttore dell'organizzazione e consigliere nazionale Jacques Bourgeois (PLR/FR).

Il comitato direttivo dell'associazione istituirà in gennaio una commissione incaricata di cercare un successore, accordando un'attenzione particolare ai membri del parlamento, che saranno allora noti. Per l'USC e il suo lavoro politico sarebbe difatti importante avere nuovamente un membro delle Camere federali alla presidenza.

Il responsabile della comunicazione dell'USC Urs Schneider ha spiegato all'ATS che il successore dovrà disporre di ampie conoscenze dei dossier agricoli, ma anche di "molta comprensione per la base contadina, inoltre essere un buon comunicatore e una personalità adatta alla guida".

Walter si profila soprattutto il grande consenso che raccoglie al di fuori del settore agricolo, ha dichiarato Schneider, aggiungendo che "inoltre è molto credibile e ha un grande effetto sull'opinione pubblica". Anche in parlamento il 60enne gode di grande stima.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?