Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Lotta alla disoccupazione da un lato, salvaguardia delle assicurazioni sociali e delle infrastrutture pubbliche dall'altro: nel 2010 saranno queste le principali sfide dell'Unione sindacale svizzera (USS). Tra i cavalli di battaglia: una tassa sui bonus dei manager per rafforzare il potere d'acquisto delle famiglie.
"Il nuovo anno presenterà sfide senza precedenti", ha affermato oggi a Berna il presidente dell'USS Paul Rechsteiner durante la conferenza stampa annuale. "I partiti borghesi" - ha aggiunto - orchestreranno un attacco allo stato sociale, finora mai visto".
Il consigliere nazionale socialista ha criticato in particolare la quarta revisione della legge contro la disoccupazione, tuttora all'esame del parlamento: "la prevista riduzione delle prestazioni - ha deplorato Rechsteiner - colpirà le persone che già soffrono maggiormente a causa della crisi economica". Per questo motivo i sindacati combatteranno la riforma con un referendum, tanto più che alla fine del 2010 temono un tasso di disoccupazione ai massimi storici.
Anche in altri ambiti i sindacati avranno il loro da fare: basti pensare alla riduzione del tasso di conversione per le rendite del secondo pilastro, in votazione il 7 marzo e fortemente osteggiata dall'USS, nonché alle revisioni dell'assicurazione invalidità, dell'AVS e dell'assicurazione contro gli infortuni.
Per evitare uno smantellamento dello stato sociale, sostenere la congiuntura e limitare gli eccessi salariali, l'USS auspica in particolare l'introduzione urgente di una tassa sui bonus dei manager pari al 50%. Stando a Rechsteiner, tale misura frutterebbe circa 2 miliardi di franchi all'anno e permetterebbe di versare con effetto immediato oltre 1'000 franchi a una famiglia di quattro persone e con un reddito modesto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS