Navigation

Vertice Ue; Katainen, molti contrari a sospensione diritti

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 ottobre 2010 - 14:58
(Keystone-ATS)

MEISE - L'ipotesi di sanzionare i paesi indisciplinati sul debito con la sospensione del diritto di voto in Consiglio europeo, proposta inclusa nell'accordo di Deauville tra Merkel e Sarkozy, ha "molti paesi contrari". Lo ha affermato Jyrki Katainen, ministro delle finanze finlandese nonché vice presidente del Ppe, prima dell'inizio del vertice dei leader europei del Partito popolare.
"È questione molto delicata - dice - come abbiamo visto, molti paesi sono contrari quindi l'obiettivo primario è quello di definire il modo più facile e plausibile per istituire un meccanismo permanente di soluzione delle crisi senza cambiare i trattati". È possibile riuscirci? "Credo di si". È da escludere quindi l'ipotesi Merkel-Sarkozy? "Non vogliamo escluderlo a priori - risponde il ministro finlandese - almeno non prima di aver esaminato le opzioni per riuscirci senza cambiare i trattati. È però realistico lasciare aperta quest'ultima possibilita"'.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?