Navigation

Vicenda Holenweger: TPF rinvia processo, dubbi sulle prove

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 novembre 2010 - 18:16
(Keystone-ATS)

BELLINZONA - Il processo al banchiere privato zurighese Oskar Holenweger non comincerà come previsto giovedì prossimo a Bellinzona. Il Tribunale penale federale (TPF) ha annunciato che il dibattimento è stato rinviato a data da stabilirsi.
In un comunicato odierno il TPF ha annunciato che il rinvio del processo è dovuto all'"incertezza quanto alla disponibilità di prove importanti". Questa lacuna "impedisce di garantire lo svolgimento dei dibattimenti senza interruzioni rilevanti".
La vicenda Holenweger era stata all'origine, nel luglio 2006, delle dimissioni del procuratore federale Valentin Roschacher, entrato in conflitto con l'allora ministro della giustizia Christoph Blocher che conosceva il banchiere dai tempi del servizio militare. La vicenda aveva avuto pesanti strascici politici a Berna.
Holenweger è accusato di riciclaggio di denaro qualificato, complicità in amministrazione infedele, falsità in documenti e corruzione di funzionari pubblici esteri.
Il Ministero pubblico della Confederazione accusa il banchiere di aver inviato fatture fittizie al gruppo industriale francese Alstom mediante società offshore, di aver costituito casse nere e di aver trasmesso in seguito il denaro su ordine della società a terzi a scopo corruttivo. Inoltre è accusato di aver ricevuto, nel 2003, 834'000 franchi apparentemente provenienti dal traffico di droga.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.