Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

VERNIER (GE) - La centrale d'intervento ETI del TCS, leader svizzero dell'assistenza viaggi, ha rilevato oggi una forte diminuzione delle richieste di rimpatrio da parte dei suoi assicurati, in concomitanza con la ripresa del traffico aereo, bloccato negli scorsi giorni dalla nube vulcanica islandese. Da venerdì sono state rimpatriate circa 1000 persone.
Il Touring Club Svizzero (TCS) ha organizzato i rimpatri con 20 pullman, soprattutto da Gran Bretagna, Spagna, Italia e Francia, ha indicato all'ATS un portavoce.
La centrale ETI ha registrato il suo record assoluto di richieste d'assistenza: 10'000 telefonate tra venerdì e lunedì, una cosa mai vista - ha rilevato il portavoce - neppure dopo lo tsunami del 2004 in Asia e gli attentati negli USA dell'11 settembre 2001.
In Svizzera circa 700'000 persone sono titolari di un "Libretto ETI", assicurazione per i viaggi in Svizzera e all'estero proposta dal TCS ai suoi affiliati.

SDA-ATS