Navigation

WEF Davos: Medvedev inaugurerà Forum ma riduce presenza

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 gennaio 2011 - 14:54
(Keystone-ATS)

Nonostante l'attentato dell'altro ieri all'aeroporto Domodedovo di Mosca (35 vittime e 180 feriti), il leader del Cremlino Dmitri Medvedev volerà oggi a Davos per inaugurare il forum economico internazionale e ribadire che la Russia è pronta ad aprire le porte agli investitori stranieri. Il presidente, riferisce il quotidiano "Vedomosti", ha tuttavia ridotto la sua presenza alla sola giornata di oggi, dopo averla messa in dubbio in seguito alla tragedia.

Nel pomeriggio Medvedev parteciperà ad una riunione a porte chiuse con il Consiglio d'affari internazionali, dove incontrerà oltre cento top manager delle maggiori società mondiali.

In serata il leader del Cremlino interverrà per 20 minuti come unico relatore della prima sessione plenaria, inaugurando di fatto il Forum. Successivamente risponderà alle domande apparse sul sito dell'evento, gran parte delle quali riguardanti il caso Khodorkovski, i suoi rapporti con il premier Vladimir Putin e la lotta alla corruzione.

Nell'illustrare le opportunità di investimento in Russia, Medvedev dovrebbe evocare anche il progetto russo per costruire una serie di stazioni sciistiche nel Caucaso del nord, l'area dalla quale secondo gli inquirenti provengono i terroristi che hanno colpito a Domodedovo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?