Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nonostante l'attentato dell'altro ieri all'aeroporto Domodedovo di Mosca (35 vittime e 180 feriti), il leader del Cremlino Dmitri Medvedev volerà oggi a Davos per inaugurare il forum economico internazionale e ribadire che la Russia è pronta ad aprire le porte agli investitori stranieri. Il presidente, riferisce il quotidiano "Vedomosti", ha tuttavia ridotto la sua presenza alla sola giornata di oggi, dopo averla messa in dubbio in seguito alla tragedia.

Nel pomeriggio Medvedev parteciperà ad una riunione a porte chiuse con il Consiglio d'affari internazionali, dove incontrerà oltre cento top manager delle maggiori società mondiali.

In serata il leader del Cremlino interverrà per 20 minuti come unico relatore della prima sessione plenaria, inaugurando di fatto il Forum. Successivamente risponderà alle domande apparse sul sito dell'evento, gran parte delle quali riguardanti il caso Khodorkovski, i suoi rapporti con il premier Vladimir Putin e la lotta alla corruzione.

Nell'illustrare le opportunità di investimento in Russia, Medvedev dovrebbe evocare anche il progetto russo per costruire una serie di stazioni sciistiche nel Caucaso del nord, l'area dalla quale secondo gli inquirenti provengono i terroristi che hanno colpito a Domodedovo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS