Navigation

WEF Davos, Soros lancia rete globale di istruzione superiore

Nuova iniziativa di George Soros. KEYSTONE/AP EPA Pool/OLIVIER HOSLET sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 24 gennaio 2020 - 08:55
(Keystone-ATS)

Il miliardario americano George Soros ha annunciato al forum economico mondiale (WEF) di Davos la creazione di una nuova rete di istruzione superiore per preparare meglio gli studenti alle sfide globali attuali e future.

Lui stesso donerà un miliardo di dollari a questa rete e chiederà anche ad altri filantropi di partecipare. Obiettivo: raggiungere gli studenti che ne hanno più bisogno e promuovere i valori di una società aperta, come la libertà di espressione e la tolleranza nella diversità delle credenze.

La Open Network University (Osun) riunirà moduli di insegnamento e ricerca di vari istituti di istruzione superiore di tutto il mondo. Gli iscritti potranno seguire i corsi tenuti in diversi istituti e programmi integrati per il conseguimento del diploma e studenti e insegnanti di diversi Paesi avranno l'opportunità di partecipare a dibattiti online. L'istituzione - ha spiegato Soros al WEF secondo quanto riferito in una nota - mira a mettere in rete istituzioni che hanno bisogno di partner internazionali, e a raggiungere categorie vulnerabili quali rifugiati, detenuti, rom e popolazioni sfollate.

Con l'aiuto dei suoi partner, la Osun è pronta a lanciare anche un vasto programma chiamato "accademici in pericolo", che integrerà nella rete un gran numero di accademici eccellenti ma politicamente minacciati.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.