Navigation

Wikileaks: Assange, avvocato svedese, ho prove innocenza

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 dicembre 2010 - 13:27
(Keystone-ATS)

LONDRA - L'avvocato svedese di Julian Assange sostiene che le due donne che accusano il capo di Wikileaks hanno "obiettivi segreti" di cui lui ha trovato le prove. Secondo Bjorn Hurtig, il legale di Assange, le due accusatrici hanno mentito sul fatto di esser state costrette ad avere rapporti sessuali con l'hacker australiano.
"Per quel che ho visto nei documenti della polizia svedese - ha detto il legale al Mail on Sunday - le donne hanno mentito e avevano un obiettivo, quando sono andate a denunciare Assange, che non ha niente a che vedere con i reati. Era più gelosia o delusione da parte loro. Posso dimostrare che almeno una di loro aveva grandi aspettative di qualcosa che sarebbe successa con Julian".
Hurtig ha chiesto alla magistratura svedese il permesso di dire di più: "Se potessi andare a dire ciò che so alla magistratura britannica, il caso di estradizione sarebbe chiuso, ma sono tenuto alle regole del sistema legale svedese, che le informazioni che ho possono essere usate soltanto in Svezia".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?