Navigation

Wikileaks: giustizia potrebbe occuparsi di attacchi a PostFinance

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 dicembre 2010 - 16:21
(Keystone-ATS)

BERNA - La chiusura del conto del fondatore di Wikileaks Julian Assange presso PostFinance potrebbe avere conseguenze giuridiche per chi ha compiuto l'attacco conto il sito web, ma anche per la stessa PostFinance: la filiale del "gigante giallo" potrebbe finire nel mirino della giustizia per aver violato il segreto postale.
Per il momento non si sa se PostFinance sporgerà denuncia contro chi ha bloccato il suo sito martedì scorso. Attualmente, si sta valutando questa possibilità, ha dichiarato il suo portavoce Alex Josty all'ATS, ma non è chiaro quando sarà presa una decisione.
La filiale della Posta potrebbe però finire nel mirino della giustizia proprio per aver reso nota la chiusura di questo conto. Con un'inchiesta si vuole infatti appurare se vi è stata violazione del segreto postale.
"La situazione è sottoposta ad un esame accurato", ha affermato Jeannette Balmer, portavoce del ministero pubblico della Confederazione commentando un articolo apparso sulla "SonntagsZeitung". Per il momento gli accertamenti in corso sono "soprattuto di natura formale".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo