Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Almeno venti yemeniti sono rimasti feriti oggi in scontri tra manifestanti anti-regime e giovani lealisti, fedeli al presidente Ali Abdallah Saleh, al potere da 32 anni. Lo riferiscono fonti mediche locali e testimoni oculari, mentre fonti dell'opposizione parlano di circa 80 feriti.

Le violenze più pesanti si sono verificate a Tàiz, 270 km a sud della capitale, dove la polizia è intervenuta con cariche e spari di gas lacrimogeni contro i due schieramenti, ferendo almeno 15 giovani.

A Sanaa, altri cinque manifestanti sono rimasti feriti in analoghi scontri nei pressi dell'accampamento delle opposizioni, nel centro cittadino, dove domenica scorsa decine di dimostranti anti-governativi erano rimasti a loro volta feriti da aggressioni di seguaci del Congresso popolare generale, il partito al potere. Almeno 150 invece erano stati i feriti in scontri tra forze dell'ordine e manifestanti nel porto occidentale di Hudayda.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS