Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Quasi la metà dei circa 200 ricchi contribuenti stranieri che beneficiavano di un forfait fiscale nel canton Zurigo se ne sono andati dopo la decisione popolare di sopprimere questo regime di favore. Più dei due terzi sono rimasti in Svizzera, ha indicato oggi il Dipartimento delle finanze cantonale.
L'8 febbraio 2009 gli zurighesi hanno accettato una iniziativa popolare sostenuta dalla sinistra che chiedeva l'abolizione della tassazione forfettaria. Questa è stata soppressa a partire dal primo gennaio 2010. Nel frattempo, 92 delle 201 persone che a fine 2008 erano soggette alla cosiddetta "imposizione forfettaria" o "tassazione globale" hanno lasciato il cantone.
Interpellato dall'ATS, il Dipartimento delle finanze ha precisato che 26 contribuenti sono tornati all'estero. Il resto si è trasferito in un altro cantone. Meta preferita: Svitto (22), seguito dai Grigioni (13), Zugo (6) e San Gallo (5). Il Ticino è stato scelto da tre dei transfughi fiscali zurighesi.
Nel 2008, quella che in Svizzera è ufficialmente chiamata "imposizione secondo il dispendio" aveva fruttato a Zurigo 32 milioni di franchi di imposte comunali, cantonali e federali. Il calcolo dell'imposta forfettaria si basa sul tenore di vita del contribuente senza attività lucrativa in Svizzera. In pratica il prelievo fiscale corrisponde a un multiplo dell'affitto pagato per l'alloggio (se il contribuente è proprietario si guarda il valore locativo).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS