Navigation

Zurigo: Carl Hirschmann rinviato a giudizio

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 dicembre 2010 - 14:51
(Keystone-ATS)

ZURIGO - Il Ministero pubblico zurighese ha rinviato a giudizio Carl Hirschmann. Il protagonista delle notti mondane zurighesi è accusato di ripetute lesioni personali, vie di fatto, coazione sessuale e atti sessuali con una minore di 16 anni.
Le accuse promosse contro il 30enne rampollo della famiglia che ha fondato Jet Aviation si basano sulle querele di quattro giovani donne. La data del processo, che si terrà davanti al Tribunale distrettuale di Zurigo, non è ancora nota.
Il Ministero pubblico di Zurigo ha indicato oggi in una nota che la richiesta di pena sarà presentata soltanto nel corso del processo. Diversi altri procedimenti aperti a suo tempo contro il 30enne sono stati archiviati in seguito al ritiro delle relative querele.
Carl Hirschamm era stato arrestato alla fine di marzo nell'hotel cinque stelle Dolder Grand di Zurigo, dove risiedeva, in seguito a due denunce. Era stato liberato dopo due giorni di detenzione preventiva. Il proprietario del club "Saint Germain", il ritrovo della gioventù dorata zurighese prossimo alla chiusura, aveva già passato tre giorni in detenzione preventiva nel novembre 2009, dopo le prime querele per coazione sessuale.
Lo scorso mese di ottobre, il Tribunale distrettuale di Zurigo aveva intimato a Hirschmann, nel corso di una seduta di conciliazione, di consegnare una promessa scritta con la quale si impegna a non picchiare la sua ex fidanzata - come aveva minacciato - e a non pubblicare filmati e foto intime della ragazza.
Nel dicembre 2009, l'erede con la fama di playboy è inoltre stato condannato a Basilea a una pena pecuniaria con la condizionale per aver schiaffeggiato una giovane donna e aver provocato la frattura del setto nasale al compagno della ragazza. Hirschmann aveva inoltrato ricorso contro la sentenza. Il caso è in seguito stato archiviato, dopo che la coppia ha ritirato la sua denuncia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?