Navigation

Zurigo: estremo saluto a Emilie Lieberherr

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 gennaio 2011 - 17:10
(Keystone-ATS)

ZURIGO - Numerose personalità della politica e molti cittadini hanno reso oggi l'ultimo omaggio a Emilie Lieberherr. Le esequie dell'ex municipale di Zurigo ed ex consigliera agli Stati, deceduta il 3 gennaio all'età di 86 anni, si sono svolte nella cattedrale "Grossmünster".
La Lieberherr è stata una pioniera della parità fra i sessi ed ha promosso a Zurigo i primi programmi di distribuzione controllata di eroina. Il sindaco Corine Mauch (PS), ha ricordato in un discorso la figura di una donna che ha "saputo pensare e mettere in pratica cose nuove, facendosi conoscere in tutta la Svizzera".
Monika Weber, che pure è stata consigliera agli Stati e municipale di Zurigo per l'Anello degli indipendenti (AdI), si è soffermata sull'impegno politico a livello nazionale. Oltre ad essere stata la prima presidente della Federazione delle consumatrici, la Lieberherr fu fra le figure di spicco della cosiddetta "marcia su Berna", organizzata nel 1969 per chiedere il diritto di voto alle donne.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.