Passare direttamente al contenuto
Your browser is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this websites. Learn how to update your browser[Chiudi]

Punto di vista


Un parlamento nazionale dei giovani per la Svizzera



Di Jonas Hirschi, Federazione svizzera dei parlamenti dei giovani




I membri dei parlamenti dei giovani in Svizzera hanno approvato in aprile l'idea di creare un parlamento a livello nazionale. (Colin Bieri)

I membri dei parlamenti dei giovani in Svizzera hanno approvato in aprile l'idea di creare un parlamento a livello nazionale.

(Colin Bieri)

In Svizzera esistono 66 parlamenti dei giovani a livello cantonale e locale. Pur essendo organizzati in modo diverso, hanno un denominatore comune: i giovani si impegnano per i giovani su temi politici e questioni che li riguardano. Tuttavia a livello nazionale manca un’analoga forma istituzionalizzata di partecipazione politica. Con la creazione di un parlamento nazionale, la Federazione svizzera dei parlamenti dei giovani (FSPG) vuole cambiare la situazione.

Di Jonas Hirschi

Se vi è un paese che ha bisogno di formare giovani leve in ambito politico, questo è proprio la Svizzera, con la sua democrazia diretta e il suo sistema di milizia. A livello comunale e cantonale, i parlamenti dei giovani godono di grande popolarità. Ogni anno ne vengono fondati in media sei. Presto in tutti i cantoni vi sarà un parlamento dei giovani. In queste istituzioni, i giovani si impegnano per i loro coetanei, attraverso la realizzazione di progetti propri o portando avanti un discorso politico.

Questi organi possono vantare numerosi successi. A Köniz, un sobborgo di Berna, grazie al parlamento dei giovani è stato introdotto un collegamento notturno di autobus con la capitale. Nel canton Vaud, la nuova legge sulla formazione contiene delle richieste fatte proprio dal parlamento dei giovani. E nella regione di Fraubrunnen, nel canton Berna, in inverno le porte delle palestre rimangono aperte ai giovani. Questi parlamenti possono quindi effettivamente migliorare un po’ la vita dei giovani. Per poterlo fare, hanno però bisogno di competenze vincolanti, anche se in un contesto limitato.

Gli altri parlamenti giovanili in Europa

In altri paesi europei esiste già un parlamento dei giovani. Nel Principato del Liechtenstein vi è un consiglio giovanile, che fa pure parte dell’FSPG. Il più attivo è senza dubbio lo Youth Parliament in Gran Bretagna. I membri di questo legislativo, eletti democraticamente, stanno preparando un manifesto che verrà trasmesso al governo, fanno lobbying e conducono campagne su temi politici.

Gli altri parlamenti nazionali dei giovani sono soprattutto delle piattaforme di discussione, senza alcun potere vincolante, paragonabili alla Sessione dei giovani in Svizzera. Pur svolgendo un ruolo di pioniere nel campo della partecipazione democratica, la Svizzera ha ancora un certo ritardo in materia di partecipazione giovanile e si colloca piuttosto nella media europea.

L’offerta a livello nazionale

Attualmente a livello nazionale esistono già progetti e organizzazioni che si impegnano per la partecipazione politica dei giovani. La più conosciuta è la Sessione dei giovani. Questa si tiene una volta all’anno nel Palazzo federale, la sede di parlamento e governo. Per quattro giorni, 200 giovani si impossessano dei seggi dei consiglieri nazionali, dibattendo di temi politici ed elaborando proposte. Quest’ultime vengono poi indirizzate sotto forma di petizioni non vincolanti al parlamento dei «grandi».

Oltre a questa sessione, vi sono progetti come «Scuole a Berna», che promuove la formazione politica, o «easyvote», un’iniziativa lanciata dalla FSPG che aiuta i giovani in occasione di votazioni ed elezioni. A tutto ciò si aggiungono organizzazioni come la Commissione federale per l’infanzia e la gioventù che, pur senza coinvolgere direttamente i giovani, vuole dare loro una voce a livello politico. È però evidente che non esiste nessuna offerta a livello nazionale che permette ai giovani di partecipare e nel contempo di avere dei diritti decisionali politici.

Un nuovo parlamento nazionale

Oltre ad esaminare le attuali opportunità di partecipazione politica per i giovani nonché analizzare le organizzazioni analoghe in Europa, l’FSGP ha rilevato la necessità di creare un parlamento nazionale dei giovani. Da un lato è emerso che ad interessare i giovani è soprattutto il livello nazionale, dall’altro che esiste un forte bisogno di recupero per quanto riguarda la partecipazione dei giovani.

In un’inchiesta, le organizzazioni e i partiti giovanili, nonché i parlamenti cantonali dei giovani, hanno sottolineato chiaramente che ritengono necessario instaurare una nuova forma di partecipazione politica, appunto a livello nazionale.

L’FSPG ha elaborato tre varianti per creare un parlamento nazionale dei giovani e le ha presentate quest’anno alla sua assemblea dei delegati, organizzata a Lucerna a inizio aprile. Alla riunione hanno partecipato circa 150 membri dei parlamenti giovanili locali e cantonali della Svizzera e del Principato del Liechtenstein. La decisione è stata chiara. I delegati si sono pronunciati per la variante che prevede il varo di un parlamento dei giovani sotto una forma completamente nuova. Nei prossimi mesi il gruppo di lavoro elaborerà un concetto affinché questo parlamento possa vedere la luce nei prossimi anni.

Le opinioni espresse in questo articolo sono quelle dell'autore e non riflettono necessariamente la posizione di swissinfo.ch.



Traduzione di Daniele Mariani

Diritto d'autore

Tutti i diritti sono riservati. Il contenuto del sito web presso swissinfo.ch è protetto da diritto d’autore. Esso è destinato esclusivamente a uso privato. Qualunque utilizzo dei contenuti del sito web diverso da quello previsto in precedenza, in particolare la distribuzione, la modifica, la trasmissione, la conservazione e la copia richiede la previa autorizzazione scritta di swissinfo.ch. Per informazioni relative a tale utilizzo dei contenuti del sito web, si prega di contattarci all’indirizzo contact@swissinfo.ch.

Per quanto riguarda l'uso a fini privati, è consentito solo utilizzare un collegamento ipertestuale a un contenuto specifico e di aggiungerlo al proprio sito web o a un sito web di terzi. Il contenuto del sito web swissinfo.ch può essere incorporato solo in un ambiente privo di annunci pubblicitari e senza alcuna modifica. In particolare, è concessa una licenza di base non esclusiva e non trasferibile, limitata a un solo scaricamento e salvataggio dei dati scaricati su dispositivi privati e valida per tutto il software, le cartelle, i dati e il loro contenuto forniti per lo scaricamento dal sito swissinfo.ch. Tutti gli altri diritti restano di proprietà di swissinfo.ch. In particolare, è vietata la vendita o l'uso commerciale di questi dati.

×