Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Diritto di voto virtuale per gli stranieri in Svizzera

Un sito internet in undici lingue per vedere come si esprimerebbero gli immigrati se potessero partecipare alle votazioni e alle elezioni federali. Lo hanno ideato ricercatori del Centro per la democrazia di Aarau, in collaborazione con l'Università di Neuchâtel.

L'urna virtuale si trova all'indirizzo "www.baloti.ch" - "baloti" in esperanto significa "eleggere e votare" - ed è stata lanciata in vista della votazione del prossimo fine settimana sulla revisione dell'assicurazione contro la disoccupazione (LADI). Le informazioni sugli oggetti in votazione, compresi gli argomenti dei favorevoli e dei contrari e le liste dei partiti e delle organizzazioni che si sono espresse pro o contro, sono fornite nelle undici principali lingue parlate in Svizzera: oltre al tedesco, al francese e all'italiano, la lista comprende l'albanese, l'inglese, il croato, il portoghese, il serbo, lo spagnolo, la lingua tamil e il turco.

I risultati delle votazioni virtuali saranno di volta in volta analizzati e pubblicati, ha indicato l'Università di Zurigo, da cui dipende il centro di ricerca di Aarau. Il progetto pilota durerà fino alla fine del 2011 ed interesserà, oltre alle votazioni a livello nazionale, anche le elezioni federali dell'anno prossimo. "Gli stranieri ottengono così la possibilità di dire la loro sugli argomenti in votazione", ha spiegato, Uwe Serdült del "Centro per la democrazia" di Aarau.

L'intento non è soltanto di far conoscere agli immigrati come funziona il sistema politico in Svizzera, ma anche di studiare come cambierebbero le maggioranze sui temi principali della politica se il diritto di voto fosse concesso agli stranieri. I ricercatori che hanno lanciato il progetto esprimono a questo proposito l'ipotesi che le decisioni prese dagli stranieri non sarebbero granché diverse da quelle degli svizzeri. Una prima verifica si avrà dopo la votazione del 26 settembre e altre quattro seguiranno fino alla fine del 2011.

swissinfo.ch

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×