Prospettive svizzere in 10 lingue

TPF: archiviata denuncia contro Consiglio federale e FINMA

(Keystone-ATS) La denuncia di un ex dipendente della banca HSBC contro il Consiglio federale e l’Autorità di sorveglianza dei mercati finanziari (FINMA) è definitivamente archiviata. Il Tribunale penale federale (TPF) ha sconfessato l’ex quadro che aveva criticato la decisione del governo di trasmettere il suo nome e quello di altri 1100 dipendenti della banca agli Stati Uniti.

Nell’aprile 2012, il Consiglio federale aveva autorizzato le banche finite nel mirino del fisco americano a fornire i nomi dei loro collaboratori come anche quelli di terzi. I dati erano stati trasmessi per evitare procedimenti penali e giungere ad un accordo con le autorità americane.

Rimproverando al Consiglio federale di averlo “ferito nell’onore e di averlo costretto a vivere come un emarginato rimanendo in Svizzera” senza possibilità di viaggiare all’estero a causa del rischio di estradizione negli Stati Uniti, l’ex quadro di HSBC aveva inoltrato una denuncia al Ministero pubblico della Confederazione (MPC).

Dopo una decisione di archiviazione, l’ex quadro superiore – oggi in pensione – aveva fatto ricorso al TPF attaccando il MPC, l’HSBC Private Bank, il Consiglio federale e la FINMA.

In ultima istanza il TPF scarta definitivamente il ricorso giudicando che non vi sia stata coazione, infrazione alla legge federale sulle banche né violazione dell’obbligo di discrezione.

Per le altre infrazioni denunciate, in particolare atti compiuti senza autorizzazione per conto di uno Stato estero e spionaggio economico, il TPF giunge alla conclusione che l’ex impiegato non abbia lo statuto per ricorrere, in quanto non ha potuto dimostrare di aver subito danni.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR