Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Tutti in colonna per il sud

Una nuova ondata di partenze per le ferie nel sud dell'Europa ha messo a dura prova la pazienza degli utenti degli assi autostradali nord-sud venerdì e sabato in Svizzera. L'attesa all'entrata nord della galleria del San Gottardo ha raggiunto punte di 4 ore.

Il serpentone di latta davanti al portale del San Gottardo era lungo 16 chilometri sabato mattina. All'inizio del pomeriggio la situazione ha cominciato a migliorare. La colonna di veicoli fermi alle ore 14:00 si era così ridotta a dieci chilometri, ha indicato il Touring Club Svizzero.

Situazione analoga al valico di Chiasso-Brogeda, dove la coda era di 14 chilometri in tarda mattinata ed è progressivamente diminuita nel primo pomeriggio. Alle 14:00 la coda degli automobilisti in attesa davanti alla dogana fra la Svizzera e l'Italia era ancora di "soli" 6 chilometri.

Sull'asse del San Bernardino la circolazione procedeva a singhiozzo, ma non vi sono stati intasamenti come al San Gottardo. Code fino a 9 chilometri si sono invece registrate sull'autostrada A2 fra Basilea e Lucerna.

L'esodo verso il sud di questo week-end è dovuto soprattutto all'inizio delle vacanze scolastiche negli ultimi due cantoni che ancora mancavano all'appello – ossia Zurigo e Argovia – e in alcune regioni della Germania.

Mentre costoro partono per la villeggiatura, intanto sono iniziati anche i primi rientri di chi aveva iniziato prima le vacanze. Così sabato nel primo pomeriggio al portale sud del San Gottardo c'era una colonna di veicoli diretti a nord di circa 9 chilometri, che dovevano pazientare per circa due ore.

Gli utenti di questi assi stradali elvetici possono consolarsi, pensando ai giganteschi imbottigliamenti registrati in Francia, Germania e Austria. A titolo di paragone, in Francia, nella Valle del Rodano la coda di veicoli fermi sabato mattina era lunga 91 chilometri e nel primo pomeriggio raggiungeva ancora i 74 chilometri.

swissinfo.ch e agenzie


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza