Navigation

Clima: Cancun, acidificazione oceani minaccia vita marina

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 dicembre 2010 - 14:17
(Keystone-ATS)

CANCUN - Senza una riduzione delle emissioni di CO2, non si arresterà il fenomeno di acidificazione degli oceani, che mette in pericolo la salute dei mari. A lanciare il nuovo allarme è l'ultimo rapporto lanciato dall'Onu, in concomitanza con la la Conferenza mondiale sul clima in corso a Cancun, in Messico, fino al 10 dicembre.
Il documento conferma il rischio che alcuni organismi, come coralli e molluschi, trovino sempre più difficile riuscire a formare il proprio scheletro nei decenni a venire, rendendo ardua la loro sopravvivenza. L'impatto di acidificazione degli oceani e riscaldamento dei mari potrebbe avere un impatto significativo sulle catture di granchi, cozze e altri molluschi, di specie che dipendono dalle barriere coralline, ma anche di pesci come il salmone, che si nutre di piccoli crostacei, alla base della catena alimentare.
Di fatto, circa un quarto delle emissioni di CO2 delle emissioni globali viene assorbito da mari e oceani, con una alterazione della loro chimica ad una velocità mai vista. "L'acidificazione degli oceani - afferma Achim Steiner, direttore esecutivo del Programma Onu per l'Ambiente (Unep) - è un altro allarme rosso, che comporta un'allerta per la salute del Pianeta a causa della crescita incontrollata delle emissioni di gas serra". La nuova frontiera della ricerca sarà quindi definire meglio l'impatto dell'acidificazione dei mari sulla catena alimentare, in un ecosistema già degradato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.