Navigation

Euro: 1,1846, nuovo minimo storico sul franco

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 giugno 2011 - 17:30
(Keystone-ATS)

Nuovo minimo storico dell'euro rispetto al franco. Nel primo pomeriggio di oggi la moneta unica è scesa sotto quota 1,19 franchi, secondo i rilevamenti di Swissquote. Verso le 16.00 l'euro valeva esattamente 1,1846 franchi.

Il nuovo calo del valore dell'euro si spiega con i timori di un contagio della crisi della Grecia ad altri paesi di Eurolandia. I rendimenti dei titoli di Stato a breve di Italia, Spagna, Grecia e Portogallo sono ad esempio in rialzo. Oggi è intanto iniziata la missione ad Atene dei tecnici della 'troika' (Ue, Fmi e Bce).

In Svizzera il corso dell'euro - sui mercati finanziari dal 1999, in circolazione monetaria effettiva dal primo gennaio 2002 - rappresenta un fattore di capitale importanza per l'economia. E proprio oggi sono stati pubblicati i dati sulle esportazioni elvetiche che in maggio sono aumentate del 16%,7% su base annua.

Questo dato non deve però trarre in inganno: rispetto allo scorso anno si sono contabilizzati in maggio tre giorni lavorativi in più. Corretto di tale differenza, l'export è rimasto praticamente fermo (+0,2%). Per restare competitivi le imprese hanno inoltre dovuto ridurre i margini, tanto che circa un terzo di quelle del settore metalmeccanico registra perdite operative.

La situazione è dunque grave, anche perché nulla sembra frenare la caduta dell'euro che in un mese ha perso il 2,44% del suo valore rispetto al franco. In un anno il calo è addirittura dell'11,46%.

Il valore attuale della moneta unica ha quasi fatto dimenticare che dal 1999 al 2000 il suo corso era molto più elevato, a circa 1,60 franchi. Fra il 2000 e il 2002 è sceso fino a 1,45, per poi riprendersi nel 2003 e arrivare a un primo picco nel 2004 a 1,58.

La valuta europea è quindi rimasta per anni stabile, tornando a salire nel 2006 e raggiungendo il suo massimo assoluto, nel 2007, di 1,6828 franchi: erano i tempi del cosiddetto "supereuro", che secondo i suoi sostenitori si apprestava a sostituire il dollaro come valuta di riferimento mondiale. La successiva crisi economica e finanziaria ha poi però inciso pesantemente sul valore della moneta unica, rafforzando il ruolo del franco quale moneta rifugio. Dal 2008 la tendenza al calo è stata così continua, pur con qualche ripresa passeggera.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?