Navigation

Francia: radio ebraica rinuncia a intervistare Marine Le Pen

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 marzo 2011 - 20:14
(Keystone-ATS)

Investita da una forte ondata di polemiche, Radio J, la radio ebraica che aveva annunciato un'intervista con la leader del Fronte Nazionale (Fn) d'estrema destra francese Marine Le Pen, ha rinunciato al suo progetto.

Frederic Haziza, capo del servizio politico dell'emittente, ha spiegato all'agenzia France Presse che l'intervista è stata annullata per "l'impossibilità di assicurare" il suo sereno svolgimento. Oggi, un gruppo di associazioni ebraiche avevano espresso preoccupazione per la decisione di Radio J di intervistare la leader dell'estrema destra. Una prima in assoluta, visto che la stessa emittente non ha mai voluto ricevere Jean-Marie Le Pen, ex leader del Fronte nazionale nonchè padre della stessa Marine, a causa delle sue parole antisemite.

La leader del Fn ha sottolineato che l'annullamento segue "minacce di morte ricevute da Radio J". "Impedendomi di parlare - ha tagliato corto- la volontà di queste associazioni è non volere che i nostri connazionali ebrei si rendano conto che il Fn non è nè antisemita, nè razzista, nè xenofobo".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?