Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ISLAMABAD - Il vicepresidente americano Joe Biden ha concluso ieri una breve visita a Islamabad incontrando il comandante dell'esercito pachistano, generale Ashfaq Parvez Kayani, per discutere di tempi e modi di un'offensiva militare nel Waziristan settentrionale, territorio al confine con l'Afghanistan e rifugio di talebani e militanti vicini ad Al Qaida.
La stampa pachistana sostiene oggi che gli Usa avrebbero scelto di non esercitare più insistenti pressioni sul governo del presidente Asif Ali Zardari per una immediata offensiva militare nella regione, anche se il quotidiano Dawn sottolinea che Biden ha comunicato a Kayani che "Washington non è disposta ad attendere a tempo indefinito".
Fonti della sicurezza pachistana - riferisce The Express Tribune - hanno assicurato che l'incontro del vicepresidente americano con il capo dell'esercito pachistano "è stato molto positivo e costruttivo".
"Gli americani - hanno ancora detto le stesse fonti - ora comprendono la nostra posizione sul Waziristan settentrionale e non stanno più esercitando pressioni su di noi".
Nel corso della revisione della politica della Casa Bianca nella regione realizzata alla fine dello scorso anno, comunque, è emerso che non sarà possibile consolidare i progressi in Afghanistan fino a quando non sarà risolto il problema della presenza dei movimenti armati, talebani e non, che si rifugiano nei territori tribali pachistani, fra cui il Nord Waziristan.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS