Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Fallimenti in chiaro aumento nel 2009

Nel 2009 in Svizzera sono stati avviati 11'600 procedimenti fallimentari contro persone fisiche e giuridiche, l'8% in più dell'anno precedente. Si tratta del maggior incremento degli ultimi dieci anni, indica l'Ufficio federale di statistica (UST).

Il numero di liquidazioni è aumentato del 4%, mentre le perdite risultanti sono diminuite del 12% rispetto al 2008, scendendo a 2,2 miliardi di franchi.

In Ticino le aperture di fallimento sono progredite del 26% attestandosi a 564. Forte crescita anche per Zurigo (+18% a 1713) e la Svizzera centrale (+17% a 1067). Come già negli anni precedenti, la metà delle aperture di fallimento si è concentrata in quattro cantoni: Zurigo (1713), Vaud (1500), Berna (1201) e Ginevra (1053).

Quanto alle perdite, sono le più basse degli ultimi dieci anni. Il record era stato segnato nel 2004 a quota 4,7 miliardi, rammenta l'UST. Sono state rilevate progressioni nella regione del Lemano (+43% a 979 milioni di franchi) e in quella di Zurigo; le altre sono in calo. Per il Ticino si ha una contrazione del 63% (a 64 milioni).

A livello nazionale sono inoltre stati intimati 2,5 milioni di precetti esecutivi, in crescita dell'1,6%. Il numero di pignoramenti è rimasto stabile a 1,4 milioni, mentre le realizzazioni sono diminuite dell'1,2% a 464'900. È la prima diminuzione dal 2003.

swissinfo.ch e agenzie


Link

×