Il 2009 si aprirà con una crescita negativa

L'istituto di analisi congiunturali KOF di Zurigo prevede per il primo trimestre del 2009 una crescita negativa dell'economia svizzera. Il Prodotto interno lordo registrerà un calo rispetto allo stesso periodo del 2008.

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 dicembre 2008 - 16:48

Il valore del barometro congiunturale è passato dagli 0,29 punti di ottobre ai -0,39 punti di dicembre, il livello più basso degli ultimi cinque anni, rileva il KOF in un comunicato.

Nel dettaglio, il modulo Pil principale, ossia l'insieme dell'economia ad eccezione della costruzione, rimane «fortemente» orientato al ribasso. Esso costituisce oltre il 90% della creazione di valore aggiunto in Svizzera, ricorda il KOF.

Secondo gli analisti, l'industria della costruzione tende «leggermente» al ribasso; il settore bancario continuerà dal canto suo ad evolvere ad un livello storicamente basso. I primi tre mesi dell'anno si annunciano difficili anche per le esportazioni dell'industria svizzera nell'Unione europea e per i consumi.

Per il 2009, gli economisti dell'istituto connesso al Politecnico di Zurigo prevedono una contrazione del Pil dello 0,5%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo