Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Inflazione media negativa per il 2009

Per la prima volta da cinquant’anni, l’inflazione media in Svizzera ha registrato nel 2009 un tasso negativo, pari a -0,5%. Nel 2008, il rincaro medio aveva raggiunto il 2,4%, il tasso più elevato degli ultimi cinque anni.

Solo in dicembre, indica in una nota l'Ufficio federale di statistica (UST), i prezzi al consumo sono scesi dello 0,2% rispetto a novembre. L'anno scorso, il livello dei prezzi in Svizzera è progredito in media dell'1,2% per i prodotti indigeni, mentre è sceso del 4,7% per quelli importati, a causa soprattutto del crollo del prezzo del petrolio nel primo semestre.

Il calo registrato a dicembre è legato in particolare alla diminuzione del 2,7% dei prezzi al consumo nella categoria indumenti e calzature, conseguenza diretta di un’apertura precoce della stagione dei saldi. Su base annua, comunque, il livello dei prezzi è risultato in crescita dell’1%.

Anche i prezzi dei trasporti hanno influenzato l’evoluzione dell’inflazione nell’ultimo mese dell’anno, con un calo dello 0,8% dovuto soprattutto all’abbassamento del costo del carburante. Meno cari sono risultati anche i trasporti aerei e le automobili d'occasione, più care, invece, le automobili nuove.

Nel gruppo bevande alcoliche e tabacchi (-0,4%) sono diminuiti principalmente i prezzi di vino rosso e spumanti, mentre sono aumentati quelli delle sigarette. Anche il gruppo abitazione ed energia non è sfuggito a questa tendenza negativa anche se in modo più contenuto (-0,2%). Infine, il gruppo sanità ha visto il suo indice diminuire dello 0,1%, in seguito al debole calo dei prezzi dei medicamenti, mentre tempo libero e cultura è cresciuto dello 0,3%, in particolare per libri e televisori.

swissinfo.ch e agenzie

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.